Statistiche di email marketing

Statistiche e fatti sull'email marketing

 

Statistiche di email marketing: L'uso di post sui webinar sui social media e campagne multimediali da parte dei professionisti del marketing per raggiungere il loro target demografico è relativamente nuovo. Tuttavia, le aziende non dovrebbero lasciare che l'uso dei metodi di comunicazione contemporanei le distraggano dal concentrarsi sull'email marketing, una delle tecniche di comunicazione più antiche ma anche più efficaci. Questa sezione include informazioni approfondite, nonché dati e fatti, inclusi fatti e cifre sulle entrate, quote di segmenti di attività e altri importanti dettagli finanziari delle principali attività di email marketing in tutto il mondo, inclusi servizi e offerte di prodotti, recenti progressi, ecc.

L'atto di promuovere prodotti e servizi tramite e-mail è noto come marketing via email. Tuttavia, va oltre. Costruire relazioni con i clienti esistenti e/o raggiungere potenziali clienti può essere realizzato tramite l'email marketing. Le aziende possono educare i propri clienti attraverso l'email marketing e quindi personalizzare le proprie comunicazioni di marketing in modo appropriato. Considerata tra le strategie di marketing digitale più economiche ed efficaci oggi disponibili. L'email marketing funziona bene, è attraente e ha un grande impatto sulle attività di Internet.

Statistiche per l'email marketing

  • La posta elettronica viene utilizzata dal 93.6% degli utenti Internet statunitensi di età compresa tra 25 e 44 anni.
  • Tre volte al giorno è quando il 65% degli utenti di posta elettronica visualizza la propria casella di posta.
  • Gli utenti controllano le loro e-mail il 44% delle volte alla ricerca di offerte di marca.
  • L'email marketing viene utilizzato dall'87% dei marketer B2B per diffondere il proprio materiale.
  • Il ROI per l'email marketing è del 4,200%.
  • I ricavi aumentano fino al 760% grazie alle promozioni segmentate.
  • Le e-mail automatizzate hanno un tasso di apertura superiore del 70.5% rispetto alle e-mail generiche.
  • Le percentuali di clic (CTR) sulle e-mail con video sono aumentate del 300%.

Entrate del marketing via e-mail in tutto il mondo 2020-2027 (in miliardi di dollari USA)

Si stima che il settore globale dell'e-mail marketing valga 7.5 miliardi di dollari nel 2020 e si prevede che tale importo aumenterà a 17.9 miliardi entro il 2027, con un CAGR del 13.3% nello stesso corso.

Numero di utenti di posta elettronica nel mondo 2017-2025 (in milioni)

Nonostante la popolarità e l'importanza delle chat mobili e delle app di messaggistica, la posta elettronica rimane un aspetto cruciale della vita online quotidiana. Quattro miliardi di persone hanno utilizzato la posta elettronica a livello globale nel 2020 e si prevede che tale numero aumenterà a 4.6 miliardi entro il 2025.

  • Ogni giorno vengono inviate e ricevute circa 306 miliardi di e-mail.
  • Il 64% delle piccole imprese utilizza l'email marketing per contattare i clienti.
  • Mentre il 37% dei brand aumenta la spesa per le email, solo l'1.3% fa il contrario.
  • La segmentazione degli abbonati (78%), la personalizzazione dei messaggi (72%) e le campagne e-mail automatizzate (71%) sono i metodi migliori per eseguire campagne di e-mail marketing.
  • Il 26% dei marketer invia e-mail più di una volta al mese, mentre il 33% invia e-mail una volta alla settimana.

Destinatari e-mail globali

A livello globale, nel 306 sono state inviate e ricevute 2020 miliardi di e-mail al giorno. Entro il 2025, questa cifra dovrebbe indicizzare oltre 376 miliardi di e-mail giornaliere. I recenti dati di mercato dimostrano che il passaggio a soluzioni digitali mobili vale anche per la posta elettronica: a dicembre 2018, il 43% delle aperture di posta elettronica è avvenuto tramite dispositivo mobile. La webmail ha rappresentato il 39% dei tassi di apertura, mentre la quota di apertura dei client di posta elettronica desktop è scesa al 18%. Data la prevalenza del mobile, non sorprende che l'app di posta elettronica per iPhone, che rappresentava il 29% delle aperture di posta elettronica, fosse l'applicazione client di posta elettronica più utilizzata. Gmail è arrivato al 2° posto con un tasso di apertura del 27%. Google possiede il servizio di posta elettronica gratuito Gmail e, a ottobre 2018, c'erano 1.5 miliardi di utenti Gmail attivi a livello globale.

Posta dannosa

Molti utenti di Internet sono preparati per l'imminente diluvio di spam e e-mail di marketing quando utilizzano i rispettivi indirizzi e-mail per iscriversi a siti Web o newsletter, ad esempio. I consumatori hanno ragione a diffidare delle e-mail dannose che potrebbero essere sfruttate ma utilizzate per minare i loro account digitali e/o gadget, anche se la maggior parte delle e-mail indesiderate sono spiacevoli ma in definitiva innocue. I consumatori sono generalmente abbastanza consapevoli dei rischi associati all'apertura di e-mail da mittenti sconosciuti e, secondo un sondaggio globale condotto nel febbraio 2019, il 45% degli utenti di Internet ha affermato di aver evitato di farlo.

Statistiche sull'efficienza dell'email marketing

  • Quasi l'85% delle persone viene raggiunto via e-mail

Questi numeri dimostrano che la posta elettronica è ancora il modo più efficace per raggiungere un pubblico più vasto. Inoltre, la posta elettronica ha un CTR del 3.71% e un tasso di apertura medio di circa il 23%. Se ritieni che i social media producano risultati migliori, ti stai sbagliando. Statistiche recenti mostrano che solo lo 0.58% degli utenti è attivamente coinvolto su Facebook, Instagram e Twitter.

  • Nell'ultimo anno, l'interazione via e-mail è aumentata, secondo il 78% dei marketer

I fatti sull'email marketing mostrano che sta riscuotendo più successo che mai. I professionisti del marketing digitale faticano a distinguersi dalla massa e a catturare l'attenzione del pubblico in un mercato digitale molto affollato. Quasi l'80% dei marketer ha riferito di aver visto un aumento del coinvolgimento via e-mail nell'ultimo anno, quindi sembrerebbe che l'e-mail sia il metodo migliore.

  • Il 60% dei clienti ha acquistato qualsiasi cosa dopo aver ricevuto e-mail di marketing

I clienti non solo si divertono a ricevere e-mail promozionali, ma agiscono anche di conseguenza. Il 60% di queste persone ha effettuato un acquisto diretto a seguito della ricezione di e-mail di marketing. Solo il 12.5% degli utenti dei social media pensa di effettuare un acquisto dopo aver ricevuto un messaggio di email marketing.

  • Il ROI per l'email marketing è del 4,200%.

Il ROI dell'email marketing è in media di $ 42 per ogni $ 1 investito, dimostrando così la sua efficacia; rendendolo il più economico canale di marketing digitale. Secondo le statistiche PPC, la pubblicità a pagamento ha un ROI medio di 2 dollari per ogni dollaro investito.

  • I social media sono 40 volte meno efficaci dell'e-mail nell'attrarre nuovi clienti.

Questa statistica potrebbe sorprenderti data la crescente popolarità dei social media. L'e-mail è 40 volte significativamente più efficiente nell'ottenere clienti rispetto ai siti di social media come Facebook e Twitter, nonostante queste piattaforme siano spesso utilizzate anche per scopi commerciali.

  • Per il pubblico B2B, la posta elettronica è la terza fonte di informazioni più efficace.

Secondo le statistiche di email marketing B2B, inviare email ai consumatori è una tecnica sicura per influenzarli. L'e-mail è l'unico percorso personale che ha un impatto maggiore rispetto alle segnalazioni di colleghi o leader del settore.

  • L'80% degli esperti aziendali ritiene che l'email marketing migliori la fidelizzazione dei clienti.

Non è sufficiente guadagnare solo clienti. L'obiettivo finale di ogni marketer dovrebbe essere quello di aumentare il lifetime value dei clienti devoti che continueranno ad acquistare da loro. Un'e-mail ha dimostrato di essere un mezzo di successo per mantenere i clienti abbastanza interessati da tornare ripetutamente, per la maggior parte dei marketer B2C.

Numero di e-mail al giorno in tutto il mondo 2017-2025 (in miliardi)

Dal 2017, c'è stato un aumento annuale del numero di e-mail inviate e ricevute in tutto il mondo a seguito di una maggiore accessibilità a Internet. Si stima che nel 319.6 siano state inviate e ricevute a livello globale 2021 miliardi di e-mail al giorno. Entro il 2025, si prevede che questo numero raggiungerà il picco di 376.4 miliardi di e-mail giornaliere.

  • Pubblicità via email

La posta elettronica è stata in grado di rimanere al centro della comunicazione digitale e ha continuato a espandersi nonostante la crescente accettazione di messenger, app di chat e social media. Si prevede che l'utilizzo globale della posta elettronica indicizzerà 4.6 miliardi di utenti entro il 2025, con un aumento di circa 600,000 utenti rispetto ai 4 miliardi di individui nel 2020. Inoltre, l'uso della posta elettronica ha registrato percentuali di clic più elevate rispetto ai social media, rispetto agli annunci su Internet . Questi erano rispettivamente del 5.5 e del 4.3% in Belgio e in Germania, rispetto alla percentuale del CTR globale medio per i social media durante quel periodo.

  • Gmail

Gmail di Google, è stato introdotto nell'aprile 2004 e da allora è diventato uno dei servizi di posta gratuiti più utilizzati al mondo. In un sondaggio del 2019, la sua ubiquità globale è stata superata solo dall'app iPhone Mail nativa di Apple, che rappresentava il 26% di tutte le email aperte a livello globale. In un sondaggio condotto tra i millennial nel Regno Unito, Gmail è stata classificata tra le prime 5 app mobili più importanti, mentre in uno studio comparabile in Svezia, Gmail si è classificata al primo posto tra tutte le app mobili con WhatsApp.

Statistiche di marketing mobile

  • La maggior parte delle visualizzazioni di email (41%) proviene da dispositivi mobili, seguite da quelle da desktop (39%)
  • Escludendo i tablet, i dispositivi mobili rappresentano circa il 55% di tutto il traffico dei siti Web in tutto il mondo
  • Per il 46% degli utenti di smartphone, la posta elettronica è il modo preferito di comunicazione aziendale/formale
  • Il servizio di posta elettronica più popolare è Gmail, seguito dall'e-mail nativa di Apple iPhone
  • Solo circa una campagna e-mail su cinque risponde ai dispositivi mobili
  • Puoi aumentare il numero di clic unici da dispositivo mobile del 15% implementando un design e-mail mobile-responsive
  • Il 56% degli esperti di marketing utilizza e-mail ottimizzate per i dispositivi mobili come componente della propria strategia di e-mail marketing

L'impatto di COVID-19 sull'email marketing

  • Rispetto a prima del COVID-19, gli esperti di marketing stanno consegnando il 27% in più di email

L'epidemia di coronavirus ha indotto molti marchi a passare ai canali di comunicazione digitali, in particolare alla posta elettronica. Gli esperti di marketing hanno affermato di aver inviato il 27% di e-mail in più rispetto a prima dell'inizio della pandemia di coronavirus.
Durante la pandemia, i livelli di coinvolgimento della newsletter sono aumentati
I recenti dati sull'e-mail marketing opt-in mostrano che durante la pandemia, le persone hanno aperto più newsletter. Queste newsletter con i tassi di coinvolgimento più elevati trattavano argomenti come finanza (43%), notizie concrete (38%) e acquisti (83%).

  • Il tasso di apertura delle email è aumentato del 16% nel periodo tra febbraio e marzo 2020

C'è stato un picco del 16% nelle e-mail aperte durante le fasi iniziali della pandemia di COVID-19, indicando che i consumatori erano curiosi di ascoltare ciò che le aziende avevano da dire e conoscere i loro piani per il futuro e le strategie di gestione delle crisi. I tassi di apertura hanno continuato ad aumentare con l'aggravarsi della situazione pandemica. I tassi di apertura sono aumentati del 20% su base annua tra marzo e aprile.

  • A marzo 2020, il tasso medio di apertura delle e-mail senza scopo di lucro è aumentato di oltre il 30% su base annua

Secondo le statistiche di email marketing sulla risposta del settore durante l'epidemia di coronavirus, la quantità di email inviate nel settore non profit a marzo 2020 rispetto a marzo 2019 è aumentata di circa il 40%. Inoltre, i tassi di apertura sono aumentati del 4.4%, raggiungendo una media del 29.3% nel corso del mese.

  • Durante il COVID-19, le percentuali di clic sulle e-mail sono diminuite del 17.19%

All'inizio della pandemia, i tassi di clic sono diminuiti del 17.19% anche se i tassi di apertura sono aumentati. Lo stesso schema è persistito mentre la pandemia continuava e, alla fine di marzo, c'erano alcuni giorni con tassi di clic inferiori fino al 40% rispetto allo stesso periodo del 2019.

  • I tassi di conversione sono aumentati del 17% dal 2019 al 2020

A partire da gennaio 2020, il tasso medio di conversione dell'email marketing è aumentato e ha raggiunto il suo punto più alto a marzo, del 22.66% su base annua tra marzo e aprile per essere precisi.

Benchmark per l'email marketing per settore

  • I settori con i maggiori tassi di apertura della posta elettronica sono l'istruzione (28.5%), l'agricoltura, la silvicoltura, la pesca e la caccia (27.3%) e i servizi finanziari (27.1%).

Secondo le statistiche di email marketing suddivise per settore, i settori principali per i tassi di apertura sono l'istruzione, l'agricoltura, la silvicoltura, la pesca e la caccia, seguiti dalla finanza. Il non profit (26.6%), i media, l'intrattenimento, l'editoria (23.9%) e i servizi sanitari (23.7%) sono altri settori con alti tassi di apertura.

  • Il commercio al dettaglio ha i tassi di apertura più bassi al 17.1%.

Il tasso medio di apertura delle e-mail per il settore della vendita al dettaglio è solo del 17.1%, il che lo rende il terzo settore più basso in assoluto dietro i settori di alimenti e bevande, ristoranti, benessere e fitness (rispettivamente 18.5%, 19.2% e 17.1%). ).

  • La migliore percentuale di clic (4.4%) è nell'istruzione.

La percentuale media di clic delle e-mail a livello di settore è del 2.3%. L'istruzione ha la percentuale di clic più alta di qualsiasi altro settore, al 4.4%. Il settore con la percentuale di clic più bassa, appena lo 0.7%, è stato il commercio al dettaglio.

  • Il 10.5% è il tasso medio di clic per aprire in tutti i settori.

Il contenuto di un'e-mail è generalmente abbastanza pertinente da consentire al 10.5% dei lettori di fare clic su di esso.

  • La frequenza di rimbalzo media è ben al di sotto dell'1%, così come le percentuali di annullamento dell'iscrizione.

Sembra che i marketer stiano migliorando nel mantenere l'integrità delle loro mailing list. A livello di settore, la frequenza di rimbalzo media è dello 0.7%, mentre la percentuale di annullamento dell'iscrizione è solo dello 0.1%.

Statistiche per l'automazione dell'email marketing

  • Le piattaforme per l'automazione del marketing sono utilizzate dal 49% dei marketer.

L'86% delle aziende cerca un software di automazione del marketing semplice da usare per aiutare nella pianificazione del flusso di lavoro e il 49% di loro ha già adottato la tecnologia di automazione del marketing.

  • Il tasso di apertura delle e-mail automatizzate è del 70.5% superiore a quello delle e-mail generiche.

Gli abbonati hanno il 133% di probabilità in più di ricevere messaggi pertinenti da e-mail automatizzate. Le e-mail automatizzate hanno tassi di apertura e CTR migliori rispetto alle e-mail generiche di un fattore rispettivamente del 70.5% e del 152%, il che influisce assolutamente sulle prestazioni di un'intera campagna.

  • Il 21% dei guadagni di marketing proviene da programmi di email marketing automatizzati.

Come era evidente dalle precedenti statistiche di email marketing, le campagne automatizzate rappresentano il 21% delle entrate e-mail mentre le campagne attivate ne generano il 75%. La probabilità che un'e-mail automatizzata soddisfi le esigenze di un cliente aumenta le percentuali di apertura e di clic, che a loro volta aumentano le entrate.

Statistiche sull'automazione della posta elettronica

Per gli imprenditori e gli esperti di marketing B2C e B2B, il software per l'automazione del marketing ha dimostrato di cambiare le regole del gioco.

  • Il 51% delle aziende in media automatizza alcuni aspetti delle proprie procedure di marketing
  • Le e-mail transazionali, a volte denominate e-mail basate su trigger, sono 3 volte più vantaggiose delle e-mail batch e di nutrimento
  • Rispetto alle newsletter via e-mail standard, le e-mail attivate hanno una percentuale di clic migliore del 152% e una percentuale di apertura superiore del 70.5%
  • L'automazione della posta elettronica presenta tre vantaggi principali per le aziende: risparmio di tempo (30%), generazione di lead (22%) e crescita dei ricavi (17%)

Ottimizzazione mobile e desktop

Molti esperti di marketing continuano a minimizzare l'importanza della SEO per dispositivi mobili. Queste marketing via email le statistiche evidenziano quanto l'ottimizzazione mobile sia fondamentale per il successo delle tue campagne di email marketing.

  • L'81% delle persone controlla la posta da uno smartphone, il 74% da un computer o laptop, il 21% da un tablet e il 2% da uno smartwatch
  • L'88% degli utenti di smartphone utilizza i propri dispositivi per controllare la posta in arrivo
  • Un messaggio e-mail su cinque non era ottimizzato per i dispositivi mobili
  • Se un'email non è ottimizzata per i dispositivi mobili, il 42.3% dei destinatari la scarta, mentre il 32.2% la legge successivamente su un desktop
  • Se il messaggio non viene visualizzato correttamente, verrà probabilmente cancellato il 70% delle volte, entro 3 secondi
  • Le e-mail e i siti Web del 52% delle aziende B2C non sono ottimizzati per i dispositivi mobili
  • Secondo il 57% dei consumatori, un sito mobile con un cattivo design non sarà consigliato
  • Mentre solo il 18% delle e-mail è stato aperto su un PC a giugno 2018, il 46% delle e-mail è stato aperto su un dispositivo mobile
  • L'88% dei possessori di smartphone controlla spesso la posta elettronica mentre è in movimento
  • Un terzo dei professionisti controlla le proprie e-mail sui propri dispositivi mobili
  • Apple iPhone e Gmail sono i due client di posta più utilizzati (rispettivamente il 34% e il 26% delle aperture)
  • Il 75% degli utenti Gmail accede alla propria posta da un dispositivo mobile
  • Un'offerta fatta su un dispositivo mobile ha dieci volte più probabilità di essere utilizzata rispetto a una fatta su carta stampata

Campagne che utilizzano contenuti visivi nelle e-mail

Gli utenti non devono inviare email di solo testo. Rendi la campagna più entusiasmante aggiungendo altro materiale visivo. Non aver paura di deviare dalla norma; inoltre, il 45% dei destinatari afferma di "apprezzare i marchi che non si prendono troppo sul serio". Prendi in considerazione l'idea di includere immagini, video ed emoticon in qualsiasi successiva campagna e-mail dopo aver esaminato queste statistiche di e-mail marketing.

emoji

L'utilizzo di Emoji nelle e-mail è uno dei problemi che separa maggiormente gli e-mail marketer. Gli emoji dovrebbero migliorare la comunicazione, mentre alcuni affermano che affermazioni contraddittorie sono confermate dalle statistiche via e-mail. Tuttavia, in realtà non è così semplice.

  • Solo il 37% dei partecipanti di età superiore ai 65 anni ritiene che i rispondenti più anziani debbano includere emoji, GIF e adesivi nelle loro comunicazioni, rispetto al 68% dei millennial
  • Gli emoji nella riga dell'oggetto delle e-mail hanno un tasso di apertura maggiore del 56%.
  • Gli emoji ottengono una risposta migliore dalle donne che dagli uomini
  • Il 76% degli intervistati ha almeno una volta emoticon nelle proprie e-mail professionali
  • Le emoji utilizzate correttamente possono ridurre allo 0% il tasso di reclami negli annunci delle festività

Video

Cosa succede quando un'e-mail contiene un video? Queste statistiche sull'email marketing renderanno molto ovvio il motivo per cui è vantaggioso includere video nelle prossime campagne di email marketing.

  • Un video in un'e-mail introduttiva aumenta il CTR del 96%
  • Il video è un mezzo di marketing utilizzato dall'81% dei marketer
  • Secondo il 78% dei marketer che utilizzano i video, il ROI aumenta
  • Un allegato video in un'e-mail può aumentare il CTR del 200-300%
  • Quando viene utilizzata la parola "video", i tassi di apertura aumentano del 19%, il CTR aumenta del 65% e gli annullamenti dell'iscrizione diminuiscono del 26%
  • Le email con video sono preferite dal 54% degli iscritti
  • Solo il 14% delle persone utilizza dispositivi mobili per guardare video, mentre l'84% lo fa su un desktop
  • Il 90% degli utenti afferma che guardare video influenza la decisione di effettuare un acquisto

Immagini

Il contenuto delle e-mail è fondamentale. Tuttavia, a volte il design dell'e-mail conta molto di più. Le immagini saranno ancora cruciali per l'email marketing nel 2022, secondo le statistiche sull'email marketing fornite di seguito:-

  • Secondo un sondaggio, due terzi degli intervistati preferiscono le e-mail con molte foto/immagini
  • Le e-mail con elementi visivi hanno avuto un tasso di apertura (27%) e un CTR (4.5%) più elevati rispetto alle e-mail che contengono solo testo (rispettivamente 20% e 3%)
  • Se il messaggio non si apre entro 5 secondi, il 74% degli utenti lo elimina
  • Senza attivare la grafica, il 43% dei destinatari si limita a leggere le email
  • Secondo la ricerca, un rapporto testo-immagine di 4:1 è l'ideale per le e-mail

Condividi questa statistica

Precedente

Statistiche e fatti di Facebook

Successivo

Statistiche e fatti di Twitter